Note legali

In lavorazione...

Privacy

Avvenuta registrazione RPD

Comunicazione dei dati di contatto del responsabile della protezione dei dati (art. 37, par. 7 del RGPD)

Regolamento sull'uso di Internet e della posta elettronica messo a disposizione dei dipendenti per l'esercizio delle funzioni d'ufficio (Policy della scuola)

Regolamento sulla tutela della riservatezza dei dati personali 

Regolamento in materia di accesso ai propri dati personali

Informativa per le famiglie resa ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs.n. 196/2003

Informativa agli interessati resa ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs.n. 196/2003

Informativa privacy per il personale dipendente resa ai sensi dell'articolo 13 del d.lgs. n. 196/2003

Lettera del presidente Soro garante per la protezione dei dati personali del D.S. 

Regolamento recante identificazione dei dati sensibili e giudiziari...Ministero della pubblica istruzione– Decreto 7 dicembre 2006, n. 305

ISTITUTO COMPRENSIVO

di  Scuola  Materna, Elementare  e Media

“F.sco P. Polizzano”

Via S. Leonardo - 90024 Gangi- Tel/Fax.0921.644579 C.F.  95005240825-Cod. Min. PAIC84500B

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si informano gli interessati che in questa istituzione scolastica vengono effettuati trattamenti di dati personali relativi a:

- alunni iscritti;

- genitori/affidatari degli alunni;

- personale dipendente con contratto TI o TD o di progetto;

- membri degli organi collegiali d’istituto;

- soggetti esterni con i quali la scuola intrattiene rapporti:

a) di fornitura di beni e/o servizi;

b) di collaborazione inter-istituzionale;

c) in regime di convenzione o accordo di rete;

d) di partecipazione e comunicazione istituzionale.

1) PRINCIPI ISPIRATORI

I trattamenti effettuati in questa istituzione scolastica sono ispirati ai seguenti principi generali:

a) necessità: tutti i trattamenti e le tecnologie impiegate sono organizzati in modo da ridurre al minimo l'utilizzazione dei dati personali e identificativi e, tutte le volte che é possibile, viene fatto ricorso a dati anonimi o modalità che permettano di identificare l'interessato solo in caso di necessità;

b) finalità: i dati e i relativi trattamenti sono acquisiti ed effettuati esclusivamente per le finalità istituzionali della scuola;

c) liceità: sono trattati esclusivamente i dati di cui al punto “b” e con modalità previste da leggi e regolamenti;

d) correttezza e lealtà: il principio di correttezza e lealtà riguarda la garanzia sia della fedeltà dei dati che l’integrità delle modalità di raccolta, archiviazione e trasmissione;

e) sicurezza e protezione: i trattamenti sono ispirati all’esigenza che ai dati personali abbia accesso esclusivamente personale espressamente incaricato;

f) trasparenza: il principio di trasparenza:

a) è inteso come accessibilità totale ai sensi del D.L.vo 33/2013, inclusa la modalità dell’accesso civico ex Art. 5 del medesimo decreto;

b) concerne i diritti dell’interessato, riportati al successivo punto 7;

c) comprende l’informazione interna ed esterna sui caratteri e le modalità dei trattamenti.

2) TIPOLOGIE DEI DATI E RELATIVE FINALITÀ

Le tipologie dei dati trattati sono le seguenti:

I) dati personali ordinari relativi alle categorie di interessati di seguito riportate. a) Alunni:

- dati anagrafici, di frequenza e di percorso scolastico;

- dati di profitto relativi agli esiti didattici; - dati di profitto e di status trattati:

I) nell'ambito di rilevazioni campionarie condotte dallo I.N.VAL.S.I. o altri enti, nazionali o internazionali, che collaborano col MIUR.

II) dati anagrafici, di profitto, di frequenza etc riportati sui supporti di gestione del cd “registro elettronico”.

I predetti dati sono essenziali e, conseguentemente funzionalmente obbligatori, per l'iscrizione, il percorso scolastico, le valutazioni e i monitoraggi di profitto e i rapporti scuola famiglia; l’eventuale rifiuto al conferimento dei predetti dati potrebbe determinare il mancato accoglimento dell’iscrizione o compromettere la qualità dei servizi scolastici.

b) Genitori/affidatari o tutori legali:

- dati anagrafici;

- dati reddituali e di status limitatamente a:

- casi di erogazioni di contributi, agevolazioni e/o precedenze etc;

- rilevazioni campionarie condotte dallo I.N.VAL.S.I. o altri enti, nazionali o internazionali, che collaborano col MIUR;

I predetti dati sono essenziali e, conseguentemente funzionalmente obbligatori; l’eventuale rifiuto al conferimento dei predetti dati potrebbe determinare il mancato accoglimento dell’iscrizione o compromettere l’erogazione dei servizi scolastici, l’erogazione di contributi, agevolazioni o precedenze, i monitoraggi di profitto e i rapporti scuola famiglia.

c) Personale dipendente o contrattualizzato:

- dati anagrafici;

- dati afferenti allo stato giuridico ordinario inclusi i dati riferiti al trattamento economico;

- dati relativi ad attività esterne autorizzate; i predetti dati sono essenziali e, conseguentemente funzionalmente obbligatori; l’eventuale rifiuto al conferimento dei predetti dati potrebbe invalidare assunzioni e contratti e/o convenzioni, ritardi nello sviluppo professionale e nel trattamento economico etc.

d) Membri degli OO.CC.:

- dati anagrafici e elettorali;

- dati presenti nelle verbalizzazioni relative a pronunciamenti, dichiarazioni, votazioni etc;

i predetti dati sono essenziali e, conseguentemente funzionalmente obbligatori, per il funzionamento degli OO.CC., le convocazioni etc; l’eventuale rifiuto al conferimento dei predetti dati potrebbe determinare l’invalidità delle elezioni e nomine dei rappresentanti e delle deliberazioni.

e) Soggetti esterni:

- dati anagrafici o riferibili alla ragione sociale o all'appartenenza ad enti, amministrazioni, imprese etc;

- dati contenuti in offerte, transazioni economico-commerciali etc;

i predetti dati sono essenziali e, conseguentemente funzionalmente obbligatori, per la regolarità dei rapporti inter-istituzionali, delle acquisizioni di beni e servizi e i relativi pagamenti e della comunicazione esterna e scuola-famiglia; l’eventuale rifiuto al conferimento dei predetti dati potrebbe determinare l’invalidamento dei contratti di fornitura e difficoltà nei pagamenti e nelle comunicazioni interistituzionali.

II) dati personali di tipo sensibile relativi a:

- alunni: assenze per motivi di salute (recanti la sola prognosi, con esclusione della causa specifica dell'assenza), condizioni di disabilità o disturbi, opzioni riguardanti l'I.R.C. o attività alternative, appartenenze etniche etc; tali dati sono essenziali e, conseguentemente funzionalmente obbligatori, per le giustificazioni delle assenze, l'erogazione dei benefici previsti dalle leggi 104/1992 e 170/2010 e dalla direttiva ministeriale 27/12/2012, eventuale trattamenti d'emergenza, richieste di cibi particolari per gli utilizzatori della mensa scolastica,

controlli e ogni altra esigenza particolare derivante da condizioni di salute; organizzazione didattica e le previsioni in materia di integrazione interculturale;

- personale dipendente: assenze per motivi di salute (recanti la sola prognosi, con esclusione della causa specifica dell'assenza), maternità, condizioni di disabilità propria o di famigliari assistiti, richieste di cibi

particolari per gli utilizzatori della mensa scolastica, opzioni sindacali etc; tali dati sono essenziali e, conseguentemente funzionalmente obbligatori, per le giustificazioni delle assenze dal servizio previste dai vigenti contratti collettivi di lavoro, l'erogazione dei benefici previsti dalle leggi 104/1992, esoneri da talune attività, trattamenti particolari, controlli, godimento dei diritti in capo ai rappresentanti sindacali etc.

L’eventuale rifiuto al conferimento dei predetti dati sensibili potrebbe compromettere l’erogazione

di servizi alla persona, la tutela della salute e dei diritti, l’attribuzione di facilitazioni, precedenze etc.

III) dati particolari, coerenti con le finalità formative della scuola, comprendenti riprese foto o video degli alunni e/o del personale, sia a carattere didattico che nell'ambito di eventi speciali quali tornei, premiazioni, gemellaggi, conferenze, visite di soggetti esterni, attività giornalistiche, inaugurazioni, festeggiamenti etc. Il conferimento di tali è a carattere volontario subordinato a specifica autorizzazione.

3) NECESSITÀ E FINALITÀ DEI TRATTAMENTI E FONTI NORMATIVE

Come già specificato al punto 1, tutti i trattamenti sono effettuati unicamente per le finalità istituzionali ed in ottemperanza a prescrizioni normative o su richiesta dell’interessato; le predette fonti normative sono:

A) NORME SPECIFICHE IN MATERIA DI TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

- D.L.vo 196/2003;

- DM 7/12/2006, n.305: regolamento recante identificazione dei dati sensibili e giudiziari trattati e delle relative operazioni effettuate dal MIUR, in attuazione degli articoli 20 e 21 del D.L.vo 30/6/2003, n. 196, recante «codice in materia di protezione dei dati personali»;

B) NORME DI STATUS

- legge 300/1970 in modalità combinatoria col D.L.vo 165/2001 e successive modifiche e integrazioni;

- D.L.vo 297/1994 (testo unico pubblica istruzione) e successive integrazioni e modificazioni;

- contratti nazionali e integrativi/decentrati di lavoro;

D.P.R. 249/1998 (statuto dello studente) e successive modifiche e integrazioni;

- DI 44/2001: regolamento di contabilità;

- CCNL;

- L. 135/2012 per la parte riguardante la dematerializzazione dei dati e il “registro elettronico”.

C) NORME “SENSIBILI”

- L. 300/1970 (comprendente norme sulla partecipazione sindacale);

- L. n° 104/92 (legge quadro sulle disabilità);

- L. n° 170/2010 e direttiva min. 27/12/2012 riguardante i disturbi specifici dell'apprendimento e altri disturbi evolutivi specifici;

- L. 121/85 (insegnamento religione cattolica) ed altre norme relative ad accordi bilaterali fra lo stato italiano e rappresentanze di altre confessioni religiose;

- D.L..vo 151/2001 (tutela maternità/paternità);

- CCNL per le parti concernenti i diritti sindacali.

4) ACQUISIZIONE DEI DATI

L’acquisizione dei dati avviene:

- per fornitura diretta da parte dell’interessato tramite istanze, comunicazioni, dichiarazioni, consegna diretta etc;

- per trasmissione da parte di altre amministrazioni o soggetti esterni.

5) MODALITÀ DI TRATTAMENTO

Il titolare del trattamento è ................ denominazione scuola.............., ubicato in ......................., rappresentato legalmente dal dirigente scolastico; i trattamenti sono effettuati esclusivamente da “incaricati”; gli incaricati sono:

- assistenti amministrativi, per i dati trattati nell’ambito delle attività di competenza della segreteria scolastica;

- tutti i docenti, per i dati di frequenza, percorso e di profitto degli alunni;

- i membri degli OO.CC., per i dati trattati nell'ambito delle sedute collegiali.

I predetti incaricati operano sotto il coordinamento, la supervisione e la vigilanza di “responsabili”; i responsabili sono:

- D.S.G.A., per i dati di competenza degli uffici di segreteria, reperibile presso ................................;

- docenti fiduciari o coordinatori dei plessi, per i dati trattati dai docenti, reperibili presso i rispettivi plessi/sedi.

Tutti i trattamenti sono effettuati mediante elaborazioni su:

a) supporto cartaceo;

b) supporto informatico, inclusa la piattaforma dedicata al “registro elettronico”.

I predetti supporti sono custoditi:

- nell’archivio storico;

- nell’archivio corrente;

- sulle memorie, interne e esterne, dei PC della scuola abilitati ai predetti trattamenti;

- in cassaforte di sicurezza;

- nei contenitori (scaffali, armadi etc) disponibili presso gli uffici di segreteria e dirigenza.

I dati trattati possono essere:

a) portati a conoscenza dei responsabili e degli incaricati sopra indicati;

b) pubblicati sul sito web della scuola;

c) comunicati, nei casi previsti o espressamente autorizzati dall'interessato a: - altre scuole;

- uffici ministeriali centrali e/o decentrati;

- uffici e/o servizi pubblici territoriali: ASL, uffici dell’economia e del lavoro, INPS, EE.LL. etc;

- OO.CC. territoriali o nazionali;

- OO.SS. o associazioni professionali;

- limitatamente ai dati di profitto e/o di status raccolti nell'ambito di rilevazioni campionarie, allo I.N.VAL.S.I. o altri enti, nazionali o internazionali, che collaborano col MIUR;

- limitatamente ai dati conoscibili da chiunque e di pubblica utilità, quali organigrammi, referenti, fiduciari etc al pubblico mediante:

- avvisi pubblici;

- pubblicazione sul sito web della scuola.

Gli esiti formali finali di profitto degli alunni vengono diffusi mediante pubblicazione, nei locali della scuola, di tabelle nelle quali è riportata esclusivamente la formula sintetica tecnica del risultato di scrutinio.

La comunicazione dei dati di profitto a soggetti diversi da quelli sopra elencati potrà avvenire esclusivamente nell’ambito delle previsioni di cui all’art. 96, comma 1 del D.L.vo 196/03 e su richiesta dei genitori/affidatari degli alunni.

La comunicazione di dati riferiti ad alunni o al personale, di tipo sensibile o comunque idonei a risalire al profilo comportamentale o di personalità o di status socio-economico, ove non è espressamente richiesta la denominazione per esteso, viene effettuata previa anonimizzazione delle informazioni.

6) INFORMAZIONI CONSEGUENTI ALL’ENTRATA IN VIGORE DEL D.L.vo 33/2013

A seguito dell’entrata in vigore del D.L.vo 33/2013 le informazioni relative a:

a) organizzazione e funzionamento generale;

b) attività svolte, incluse le acquisizioni di beni e servizi da soggetti esterni;

di questa istituzione scolastica, sono pubblicate sulla sezione “AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE” (AT) del sito istituzionale della scuola.

Ai sensi dell’Art. 4 del predetto decreto la pubblicazione dei dati sulla sezione AT : a) comporta:

- la loro diffusione con modalità che ne consenta la indicizzazione e la rintracciabilità tramite i motori di ricerca;

- la loro riutilizzabilità da parte di terzi;

b) non riguarda, se non nei casi previsti dalla legge, le notizie concernenti la natura delle infermità e degli impedimenti personali o familiari che causino l'astensione dal lavoro o dalla frequenza scolastica, nonché

le componenti della valutazione o le notizie concernenti il rapporto di lavoro tra dipendenti e le pubbliche amministrazioni, idonee a rivelare dati sensibili.

Per effetto di quanto indicato alla precedente lettera “b” la pubblicazione su AT avviene mediante formati aperti ai sensi dell'articolo 68 del codice dell'amministrazione digitale. Il riutilizzo, da parte di terzi, dei dati pubblicati da questa scuola non è soggetta a restrizioni diverse dall'obbligo di citare la fonte e di rispettarne l'integrità. 7) DIRITTI DELL'INTERESSATO

Gli interessati godono dei diritti di cui all'art. 7 del D.L.vo 196/2003, di seguito riportato:

Art. 7 Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

 

Gangi, …../…../……….

 

per il titolare del trattamento

il dirigente scolastico

(Prof.ssa Maria Di Vuono)

 

 

Albo pretorio

Albo Pretorio

Albo Pretorio Digitale dell'ente ISTITUTO COMPRENSIVO F.P. POLIZZANO
Se non riesci a visualizzare il box dell'Albo Pretorio Digitale clicca qui

Altro

In lavorazione .....

Redazione

 

DOCENTI RESPONSABILI CUSCUNA' ROSARIA - FORESTIERI SERAFINA - PALMERI DOMENICA

REDATTORI

ETTORE MACALUSO –MICHELE FARINELLA –PIA DOMINA

 

La scuola dei Ragazzi e delle Ragazze

FABIANA SOTTILE-FRANCESCA MURE’-GAETANO CONTE-CHIARA DINOLFO-NICOLA ANDALORO-CHIARA FARINA-CHIARA RIGATUSO-MARIA ANTONIETTA NOTARARIGO

VIVI…il tuo paese

DIEGO ALFONZO-FRANCESCA ALFONZO-SOFIA MISERENDINO-VIRGINIA ATTINASI-VINCENZO BARRECA-GIOACCHINO ZANGARA

Osservatorio sul mondo:

PIA DOMINA-ANDREA BALSAMELLO-GIUSEPPE BLANDO-MATTEO SALVO-SANTO SALERNO

MARIANNA BLANDO- ELENA CIGNO

Emozioni   e parole- Spazi tematici

ISOTTA BALLISTRERI-AURELIA SALERNO-CLAUDIA BLASCO-VALERIA NASELLO-MARIASANTA BARRECA-ANNA SOTTILE-CHIARA NASELLO-SANDRA VENTIMIGLIA-MARIASARA RESTIVO-

Musica

MARIO DOMINA-MATTEO DINOLFO-SERAFINO SANFILIPPO-MICHELE FARINELLA-MATTEO MANETTA-SAMUELE CONTE-GABRIELE FILI’

Tempo libero-Sport

SAMUELE CASTAGNA-MARCO GLORIOSO-MATTIA MOCCIARO-SALVO PRISINZANO-VINCENZO LOMONACO-EDOARDO SEMINARA-SIMONE NASELLO-

Curricolo verticale

Curricolo verticale
I docenti dell' I.C.“F. P. Polizzano” Gangi, per poter applicare le novità legislative riguardanti le Nuove Indicazioni, dopo averne letto insieme la premessa, si sono  riuniti in apposite commissioni per aree disciplinari e hanno elaborato il percorso curriculare delle discipline di pertinenza.  Attraverso un processo di collegialità, di discussione, di confronto e di condivisione, è stato prodotto il curricolo di Istituto, che viene introdotto dalla  Premessa a cura del Dirigente Scolastico e da una tabella, realizzata dalla FS “Continuità”, che mette in stretta relazione  i punti chiave della Premessa con le strategie metodologiche,  le attività e i contenuti sperimentati  nella nostra scuola da diversi anni e che continueranno ad esserlo  perché costituiscono i punti di forza della nostra Identità Scolastica.
Tra i punti di forza, si attribuisce particolare importanza alla valutazione delle competenze, cioè alla valutazione autentica,  ch'è molto di più della somma delle abilità in quanto tiene conto di come gli alunni  gestiscono  situazioni, risolvono problemi, realizzano prodotti, agiscono per sapere.
In tale ottica il Curricolo dell’Istituto Comprensivo “F. P. Polizzano” Gangi risulta costituito dalle seguenti parti:
2. Le progettazioni dei tre ordini di scuola:

Incarichi conferiti

Incarichi conferiti o autorizzati ai dipendenti pubblici

Informazioni pubblicate in ottemperanza all'art. 18 del D. Lgs. 33/2013.

  1. Incarichi conferiti: corrispondono alle nomine effettuate per vari incarichi in base alla Contrattazione integrativa (il cosiddetto Contratto d'Istituto).
  2. Incarichi autorizzati: per ora nessun dipendente ha chiesto l'autorizzazione a svolgere incarichi o consulenze esterne.

Flauto magico consort

Si può scaricare il brano "Sinfonia per un addio" utile per la selezione dei componenti l'orchestra Flauto Magico Consort

L'albero di latta

Le lattine, emblema dei rifiuti “cattivi”, danno vita ad una piccola opera d’arte densa di significato.

La difesa dell’ambiente continua ad essere un tema caro alla Scuola primaria dell’Istituto comprensivo “F.P.Polizzzano” di Gangi. Quest’anno  gli alunni della   classe V A del plesso “D. Bosco”, con la collaborazione dei bambini della classe I A, hanno realizzato un albero con lattine, loghi e simboli natalizi ritagliati da depliant pubblicitari.

La motivazione sociale e quella religiosa si sono intersecate ed hanno ispirato la creazione dell’albero, alto poco più di un metro, splendido nella sua lucentezza, ma vuoto dentro; un’apparenza ingannevole che ha portato gli alunni a riflettere sul vero senso del Natale: stare con gli altri, far festa insieme, portare un po’ di luce e calore a chi soffre. lattine decorate con loghi e con simboli natalizi ritagliati da depliant pubblicitari.
Per rappresentare la luce  che proviene dalla grotta di Betlemme l’albero  di latta è stato illuminato dalla luce delle candeline di cera.
I docenti insieme agli alunni hanno deciso di partecipare al concorso indetto dalla FI.DA.PA per il Natale 2012 e si sono classificati secondi per la sezione Scuola.

 

Amministrazione trasparente

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
 

Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni (Decreto Legislativo n.33 del 14 marzo 2013); le sezioni, le sottosezioni e i relativi paragrafi sono quelli previsti dalla legge, ma numerose voci non sono presenti nella scuola (es. quelle che riguardavano le PA territoriali come Province e Comuni, ma che non trovano corrispondenti nella Pubblica Istruzione).

Responsabile della trasparenza: Dirigente Scolastico.

Si ricorda che il riutilizzo dei dati di cui è prevista la libera fruizione recentemente ribadita dal D. Lgs. 33/2013 è possibile solo ai sensi del D.Lgs. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali" - Legge sulla Privacy): nei casi in cui il riutilizzo di tal dati fosse necessario, si deve chiedere il consenso all'interessato per la loro ripubblicazione.

Sottosezioni

1. Disposizioni generali
2. Organizzazione
3. Consulenti e collaboratori
4. Personale
5. Bandi di concorso
6. Performance
7. Enti controllati
8. Attività e procedimenti
9. Provvedimenti
10. Controlli sulle imprese
11. Bandi di gara e contratti
12. Sovvenzioni,contributi, sussidi, vantaggi economici
13. Bilanci
14. Beni immobili e gestione patrimonio
15. Controlli e rilievi sull'amministrazione
16. Servizi erogati
17. Pagamenti dell'amministrazione
18. Opere pubbliche
19. Pianificazione e governo del territorio
20. Informazioni ambientali
21. Strutture sanitarie private accreditate
22. Interventi straordinari e di emergenza
23. Altri contenuti

1- Disposizioni generali

torna su

2- Organizzazione

Torna su

3- Consulenti e collaboratori

Incarichi a dipendenti e soggetti privati

Torna su

4- Personale

Torna su

5- Bandi di concorso

L'istituto non pubblica bandi di concorso (voce non prevista nella scuola).

Torna su

 

6- Performance

Torna su

7- Enti controllati

Torna su

 

8- Attività e procedimenti

Torna su

9- Provvedimenti

Torna su



10- Controlli sulle imprese

Elenchi dei controlli, degli obblighi e degli adempimenti

Torna su



11- Bandi di gara e contratti

Torna su



12- Sovvenzioni,contributi, sussidi, vantaggi economici

Torna su



13- Bilanci

Torna su



14- Beni immobili e gestione patrimonio

Torna su



15- Controlli e rilievi sull'amministrazione

Le pubbliche amministrazioni pubblicano, unitamente agli atti cui si riferiscono, i rilievi non recepiti degli organi di controllo interno, degli organi di revisione amministrativa e contabile e tutti i rilievi ancorché recepiti della Corte dei conti, riguardanti l'organizzazione e l'attività dell'amministrazione o di singoli uffici: l'Istituto "Galilei" non è stato oggetto di nessun rilievo di tal genere.

Torna su



16- Servizi erogati

Torna su



17- Pagamenti dell'amministrazione

Torna su



18- Opere pubbliche

La scuola non è proprietaria degli edifici in cui ha sede e non appalta opere pubbliche: il proprietario e manutentore delle strutture è il Comune di Gangi

Torna su



19- Pianificazione e governo del territorio

La scuola non opera in tale ambito.

Torna su


20- Informazioni ambientali

L'istituto non è proprietario degli ambienti in cui ha opera: il proprietario e manutentore delle strutture è il Comune di Gangi ed esso si occupa di tutti gli obblighi ambientali. La scuola redige invece il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) di ciascun edificio: vedasi elenco DVR.

Torna su



21- Strutture sanitarie private accreditate

La scuola non opera in tale ambito.

Torna su



22- Interventi straordinari e di emergenza

La scuola non opera in tale ambito.

Torna su



23- Altri contenuti

1- Archivio:

  • Archivio dell'Albo
  • Archivio delle Circolari
  • Archivio dei Piani dell'Offerta Formativa (POF), equivalenti per le scuole alla Carta dei Servizi
  • Archivio fornitori

2- Alcune voci della sezione Trasparenza, valutazione e merito, precedentemente prevista dalla normativa, non trovano corrispondenti nel Decreto Legislativo n.33 del 14 marzo 2013; non risultando tuttavia abrogate o sostituite per legge, restano disponibili nella vecchia sezione e in questo elenco.

  • Buone prassi
  • Codice disciplinare
  • Consorzi Enti e Società: tale voce non trova corrispondenza nell'Istituto
  • Modulistica
  • Organigramma
  • Responsabile procedimento
  • Richieste ad assumere: attualmente non previste nella scuola
  • Richieste a bandire: attualmente non previste nella scuola
  • Rimodulazione fabbisogno
  • Ruolo dirigenti: tale voce non trova corrispondenza nella scuola
    Torna su

Uffici di Segreteria

 

L'ufficio di segreteria è presieduto dal D.S.G.A., Sig.ra  Bruni Giulia, che è coadiuvata dai signori:

 La Placa Gaetano, Geraci Franco, Seminara Concettina, Giunta Nicla Maria, D'Anna Ciro, Farruggia Lucia 

 

Percorso